/  Operazioni  / Progetto di rivitalizzazione Guardistallo

Progetto di rivitalizzazione Guardistallo

raccolti

Obiettivo massimo

investiti
1 investitori

Durata stimata

1 mese

Investimento minimo

Obiettivo minimo

ROI totale

ROI annuo

Obiettivo massimo

Progetto di rivitalizzazione Guardistallo

Il progetto ha come finalità la rivitalizzazione del borgo di Guardistallo (PI) che si inserisce perfettamente nell’attività di rigenerazione dei piccoli borghi operata da Arte Residente anche in ottica del perseguimento dell’obiettivo 11 di cui all’Agenda ONU 2030. Guardistallo è un piccolo comune di poco più di 1.000 abitanti situato nell’Alta Maremma. Nonostante le dimensioni contenute ospita un piccolo gioiello architettonico e culturale: il Teatro Marchionneschi; costruito nel 1883, dopo le fortune iniziali fu colpito da un periodo di decadenza. Venne, quindi, ceduto all’Amministrazione comunale, la quale, a partire dal 1981, avviò un programma di recupero conclusosi a metà degli anni Novanta.

Oggi il Teatro può contare su circa 180 posti ed è dotato di ogni attrezzatura tecnica e di ogni servizio necessario alla messa in scena di spettacoli teatrali, così come all’organizzazione di convegni e laboratori. Per la musica è stato fatto uno sforzo importante per rendere il teatro un luogo di altissima qualità sonora, come studio di registrazione, pre-produzioni e prove, concerti live.

L’idea di Arte Residente è quella di offrire agli artisti spazi e tecnologie audio di alto livello che servano come riferimento allo svolgimento delle loro attività a prezzi nettamente inferiori rispetto a quelli delle grandi città. Attraverso una sinergia con il Comune di Guardistallo e l’associazione locale Piccola Parigi, Arte Residente intende, quindi, gestire le proposte per il teatro organizzando eventi musicali dal vivo, spettacoli di ogni genere, nonché residenze artistiche, convention, corsi e presentazioni. Arte Residente intende, inoltre, proporre i locali del Teatro e le relative attrezzature tecniche per far sì che il Teatro stesso possa essere utilizzato come studio di registrazione, diventando così un vero e proprio centro di produzione culturale e musicale.

Il ripopolamento del borgo, sia per mano degli artisti impegnati nelle loro attività, sia per mano degli spettatori di opere teatrali ed esibizioni musicali, comporterà, perciò, un ritorno economico positivo sulle attività locali quali bar, ristoranti e B&B.

Tipo quota

Quota A

Il multiplo di investimento per questa quota è di € 2.500,00

Investimento minimo


Investimento massimo

Tipo quota

Quota B

Il multiplo di investimento per questa quota è di € 100,00

Investimento minimo


Investimento massimo

Documenti finanziari

Per visualizzare questa informazione effettua il login o registrati

Documenti del progetto

Per visualizzare questa informazione effettua il login o registrati

KIIS

Per visualizzare questa informazione effettua il login o registrati

Per visualizzare questa informazione effettua il login o registrati

Per visualizzare questa informazione effettua il login o registrati